Disobbedire alla pena

Cosa si intende per "diritto di resistenza"? Quali sono la sua origine e la sua attualità? Espressione più lucida di un dibattito risalente alla canonistica italiana dell’XI secolo, è il giurista iberico Francisco Suárez ad aver posto per primo il tema di una disobbedienza orientata secundum principia iuris, avviando un lungimirante discorso sulle possibilità del diritto di resistenza e la conseguente irrogabilità delle pene. Domenico Bilotti ha ricostruito con sapienza questo sforzo teoretico, che trae la propria linfa dalle migliori acquisizioni della scienza canonistica, del diritto pubblico ed ecclesiastico e della filosofia politica. Ne discutiamo con il Prof. Bilotti nel webinar organizzato dal progetto Barbiana 2040 attivo presso il Dipartimento Culture, Educazione e Società dell'Università della Calabria. Al seminario intervengono: Massimo Fotino, docente di Mercato del Lavoro e Progettazione Sociale presso l'Università Magna Graecia di Catanzaro; Danilo Iannello, Avvocato e responsabile Scuola di Formazione Territoriale della Camera Penale Cantafora di Catanzaro; Carlo Petitto, avvocato e cultore di Diritto Penale. Coordina: Giancarlo Costabile, docente di Storia dell'Educazione alla democrazia e alla legalità presso l'Università della Calabria.

Locandina del seminario 27 maggio 2021