Ancora minacce di morte indirizzate al Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. L’ultima solo pochi giorni fa quando ai carabinieri di Lagonegro è arrivata una lettera anonima che svelava il piano del clan Mancuso per eliminare il magistrato. Mentre Gratteri si prepara a celebrare il maxiprocesso (500 imputati) alla 'ndrangheta vibonese e alle sue ramificazioni nello Stato, il magistrato reggino continua senza soste la sua opera di bonifica del territorio calabrese. A Cosenza, vasta operazione della DDA di Catanzaro e dell'Arma dei Carabinieri per disarticolare le cosche cittadine dedite all'usura, estorsioni e traffico di droga. Ne abbiamo parlato con Rocco Mangiardi, Testimone di Giustizia e imprenditore, e Gianfranco Bonofiglio, Direttore di Calabria news 24. Venerdì 3 luglio 2020